PARÀ E LA BOXE


 

Parà è vicina agli ambienti sportivi sia giovanili che professionistici.

Parà supporta così, non solo il benessere fisico e mentale che lo sport apporta, ma anche i valori che lo sport diffonde nella società.

Cari fan del pugilato,
dopo una vita a Berlino, nel 2006 è tornato nella sua vecchia patria. Si dice che a Niederrhein vivano persone che hanno la testa dura. Non bisogna quindi stupirsi che Graciano Rocchiggiani si trovi bene, perché anche lui, da buon italiano è "testardo" - sul ring ed anche altrove.

 

La sua vita è stata un po' come un giro sulle montagne russe. Per breve tempo in alto come un esultante vincitore e poi immediatamente in basso annientato sul tappeto. Una volta è stato trovato nel fossato sui bordi di una strada e tre volte ha visto la cella di un carcere. Ma ha sempre saputo reagire nel modo giusto e se qualcuno vuole saperne di più può leggere ancora la sua autobiografia "Rocky - i miei 15 round".

 

Per due volte è stato poi campione del mondo - la prima volta nel 1988 nei pesi supermedi; dieci anni dopo, verso la fine della carriera, ancora una volta nei pesi medio-massimi. In entrambe le occasioni è stato per lui qualcosa di eccezionale: essere là in piedi sul ring ed averlo fatto vedere a tutti. Chi lo conosce, sa cosa hanno significato per lui entrambi i titoli di campione del mondo. Ma adesso inizia un nuovo capitolo.

 

Con la palestra ROCKY'S GYM Il campione di origine italiana vuole trasmettere ai giovani talenti la sua esperienza di 20 anni da professionista e spianare loro la strada per diventare assi nazionali ed internazionali. Da ciò è derivata consapevolmente la scelta del luogo, in quanto nella regione della Ruhr ci sono molti talenti nascosti e un diffuso entusiasmo per il pugilato. Sarà questo entusiasmo la fondamenta per costruire una scuderia pugilistica di successo, per organizzare incontri attraenti e per far nascere nuovi pugili di punta.

 

La ROCKY'S GYM può contare su grandi e rinomati sponsor tra cui Parà, che ha voluto appoggiare questo progetto giudicato particolarmente in simbiosi col motto che accompagna i tessuti TEMPOTEST: ITALIAN PERFORMANCE FABRICS.